Gentili Marco Weblog

Just another WordPress.com weblog

1° Assemblea Nazionale dei Giovani Democratici

Per tutti quelli che, erano presenti e non alla 1° Assemblea Nazionale dei Giovani Democratici, al teatro Caprinica di Roma, metto di seguito il mio testo.

– Intervento fatto all’ assemblea Nazionale –

Salve gente, coetanei e Democratici,
Sono Marco Gentili e ringrazio per la possibilità di parlare concessami, ho 19 anni e sono affetto da SLA2, sclerosi laterale amiotrofica familiare, ci tengo a ripetere SLA2 perché non vorrei fosse scambiata con la SLA classica, perché la mia sclerosi laterale amiotrofica familiare è una malattia genetica. Da più di un anno mi batto in prima linea insieme agli Studenti Coscioni per la laicità, la libertà di ricerca scientifica, i diritti civili e non solo.

Il pianeta della disabilità come sapete è ampio e complesso. Per questo motivo la società in cui viviamo ha spesso difficoltà a prendere coscienza delle tematiche dell’handicap e l’integrazione reale progredisce assai lentamente.

Dobbiamo imparare a non considerare come “problema” tutto ciò che ruota intorno alla disabilità ed avvicinarci a questo tema considerandolo e trattandolo alla pari degli altri, senza nessun tipo di ghettizzazione o paura. E’ dalla giovanile del PD che dobbiamo partire per mettere il corpo dei malati nel cuore della politica!

Disabilità ricerca e vita indipendente… il mio programma!

La disabilità è il risultato dell’interazione tra le persone che presentano delle incapacità e le barriere comportamentali e ambientali che ne ostacolano la piena ed effettiva partecipazione nella società sulla base dell’uguaglianza con gli altri.

Mi auguro di poter offrire la mia esperienza e conoscenza al nuovo Segretario dei Giovani Democratici e il mio programma, che vi in alcuni punti essenziali, può servire come base da cui partire.

Il mio programma:

Tavolo handicap Nazionale
Apertura di un tavolo nazionale e creazione di una rete di Associazioni, insieme all’Associazione Luca Coscioni, in grado di contribuire concretamente ai problemi di Disabilità. Redazione di un documento finale che proponga soluzioni operative da portare avanti come Giovani Democratici.

Libertà scientifica nelle università e nelle scuole
Promozione della cultura della ricerca scientifica attraverso conferenze, assemblee e veri e propri programmi culturali, al fine di trasferire la consapevolezza scientifica nella comunità studentesca.

Vita indipendente e autonomia
Per rispondere all’esigenza di attivare politiche concretamente a favore dell’autonomia delle persone con disabilità fisiche gravi, è prioritario:

1) la copertura del 100% della spesa ammessa al finanziamento del progetto di Vita Indipendente;

2) l’aumento dei finanziamenti ai progetti di Vita Indipendente L.162/98;

3) la garanzia della continuità nel tempo del finanziamento dei progetti, affinché le persone possano realmente organizzare la propria vita;

4) la revisione e il relativo innalzamento del valore del parametro ISEE (sulla base della L. 109/98 e 130/00 e successive modifiche) che il Comune stabilisce per i servizi destinati a persone gravemente disabili.

Ho esposto i tre punti focali del mio piano politico, comunque per chi ne volesse sapere di più, l’ intero programma è visionabile nel mio blog:  www.gentilimarco.wordpress.com

Per un “ABILE” Governo.
Quello che in ultimo mi permetto di dire a Fausto, in via del tutto confidenziale è: l’ invito  urgente per l’apertura di quel tavolo nel nome della Disabilità, in cui deve essere esposto come primo oggetto il problema del nomenclatore tariffario degli ausili, che garantisca accesso anche alle tecnologie, ed a tutti i supporti tecnici necessari a garantire autonomia ed indipendenza a tutte le persone con disabilità, attualizzando un costante aggiornamento al fine di non rendere obsoleti i prodotti descritti dai codici. una maggiore chiarezza sui fondi previsti – diciamo pure un incremento sostanziale di tali fondi.

Perché la Disabilità è un mondo reale che va conosciuto e sostenuto!

Grazie a tutti per il caloroso applauso finale che mi avete riservato, vi voglio dire solo una cosa però: la politica che personalmente mi prefiggo di fare, se ne fa poco o nulla, degli elogi della gente, il compito che mi prefiggo è fare i fatti, per cui bando alle ciance, alle critiche fatti negli interventi dei diversi delegati e al parlarsi addosso! Lo sappiamo, non c’è bisogno di sventolare sempre e solo la lotta alla mafia per argomentare un discorso da meridionale. I problemi sono tanti e se dobbiamo cambiare l’ Italia, partiamo uniti ma, da domani, voglio sentire solo parlare della politica dei fatti, quella politica espressa solo negli interventi di Giulia Innocenzi e Salvatore Bruno!

Sono su Facebook, chi vuole mi cerchi e mi aggiunga ai suoi amici, Marco Gentili.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: