Gentili Marco Weblog

Just another WordPress.com weblog

Archivi per il mese di “luglio, 2009”

Consiglio Comunale Giovani 21/07/09

OGGETTO: Mozione per la libertà dell’accessibilità ai servizi pubblici.

Premesso che,

–  il regolare svolgimento del percorso delle linee dei mezzi messi a disposizione dall’Autoservizi Eusepi per il Comune di Tarquinia non permette l’agibilità a persone disabili motorie;

–  Tarquinia tutto l’anno è polo di turisti di ogni nazionalità, e per di più d’estate il bacino della popolazione cresce per la sua caratteristica balneare, accogliendo sul suo territorio la maggior parte dei cittadini della provincia di Viterbo;

–   Tarquinia a differenze di Comuni limitrofi ha la più alta percentuale di anziani e portatori di handicap.

Il Consiglio Comunale dei Giovani chiede e auspica o:

–  che il Consiglio Comunale predisponga fondi che portino a una parziale copertura del servizio mancante nel più breve tempo possibile;

–  che il Consiglio Comunale e la Giunta obblighino l’Autoservizi Eusepi a rendere le linee urbane, entro l’state p.v., accessibili all’handicap.                                            

Tramite il Caogruppo della lista L’Alternativa Dario Brizi

PASSATA ALL’ UNANIMITA’

Una tessera per la ricerca, una tessera per Marino?

Io che non ho mai avuto una tessera di partito, io, che mi candidai a Vice-Segretario di Giulia Innocenzi con le Primarie dei Giovani Democratici, e mi dissi: “prenderò la tessera del PD solo dopo che si saranno svolte le Primarie in modo regolare”, io che non la presi, perché, ancora oggi aspetto i risultati ufficiali dei Giovani Democratici. Io, che non ho una tessera Radicale perché, per me,  prenderla a 200 euro, sarebbe uno schiaffo alla miseria e sarebbe vergognoso di fronte ad un pensionato che non arriva alla fine del mese, a uno studente, a un giovane lavoratore con contratto a tempo determinato o con un contratto co.co.pro e di fronte un handicappato motorio che prende solamente 249 euro di pensione mensile. Io, membro dei GD Viterbesi che portavo avanti le mie battaglie indifferentemente dalle tessere, e l’ unica tessera che rinnovavo ogni anno era quella dell’ Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica. 

Mi sono iscritto al PD ufficialmente il 09/07/2009, facendolo solo in nome di Ignazio Marino, il professore dottore, specificatamente chirurgo, che si è candidato a alla guida del PD.

Iscrizione_PD

Voglio spiegare il perchè di questa mia azione. 

Mi sono iscritto perché, credo che debba finire l’ ora che il PD sia il partito “progressista” per finta. Lo spettacolo che ci ha offerto sino ad ora è stato:

  1. quella di un’armata brancaleone che faceva la guerra civile;
  2. un eterno e sfibrante regolamento di conti interno fra capibastone;
  3. dove vigeva il terrore di sbagliare un’intervista o di toppare uno slogan;
  4. di passare per estremista se si partecipava a un gay pride.

La parola magica che accomunava tutto ciò era riformismo, ma era evidente a chiunque, che nessuno ha mai saputo realmente cosa si intendesse. A questo punto le parole del dott. Ignazio Marino, che ha collaborato con gli esperti di bioetica di Obama per la ricerca sulle staminali e che, nell’ intervento al Lingotto ha detto: “Possiamo lasciarli a casa?”  e a l’invito a iscriversi al PD, lanciato direttamente dal suo sito, mi hanno spinto a farmi fare la tessera. 

Perché al congresso, comunque andrà, potrò sempre dire di essermi iscritto solamente per il Prof. Ignazio Marino: un uomo che conosce profondamente il valore e l’estrema importanza del rapporto medico-paziente; un uomo che si è battuto e continua a battersi nel PD per il testamento biologico; un uomo che non ha paura di lavorare per tutti, non temendo neppure di schierarsi e prendere decise posizioni anche contro lo Stato Vaticano. Un uomo che, nel suo sito/blog scrive: “Il mondo della politica costituisce una sfida esaltante per tutto ciò che può essere realizzato per il bene di tutti”. 

Un uomo che si oppone a quella tattica del PD e della sua miserissima classe dirigente, stanco di colludere con coloro che aspettano il cambiamento come qualcosa di dovuto, che sperano subdolamente che prima o poi qualcuno “farà la grazia” e magari prenderà l’iniziativa del cambiamento passando alla fine anche per “l’eroe della salvezza” prendendosi immeritatamente i meriti e le lodi del “salvatore rivoluzionario”, infangando il tappeto rosso al Bersani o al Franceschini di turno. Un uomo come pochi determinato, nella nostra nazione, ad esercitare una professione che non sia dettata da regole fisse come gli insegnamenti della religione, qualsiasi essa sia.  

Ecco le motivazioni per le quali l’ Egregio Professor Ignazio Marino ha affermato con convinzione la sua volontà alla candidatura.

Per maggiori informazioni: www.ignaziomarino.it correte ad iscrivervi!

Discorso Direzione Provinciale dei Giovani Democratici 03/07/09

Penso che la mia analisi di voto sia chiara a tutti, perché in data 05/06/09 vi ho inviato una e-mail con oggetto: Io voglio, voglio e ho scelto! in cui esponevo la mia scelta di voto per le Europee, e per di più, dopo le elezioni, precisamente il 9 giugno sul mio blog  (https://gentilimarco.wordpress.com/) riportavo contemporaneamente i risultati Europei e delle Amministrative della nostra provincia, presi dal sito della Prefettura di Viterbo.

Per quanto riguarda il referendum, invece, potete verificare le mie intenzionalità di voto sempre sul blog.

Avrò una visione più che liberale, ma io di segreto, a differenza di Silvio, non tengo nulla, e di certo nessuno mi potrà mai dare del carbonaro, anche perché a differenza dei cittadini Italiani, che non capiscono ancora il ruolo dell’ Unione Europea, io tengo più all’ Europa che all’ Italia. Passo, dunque alla Programmazione delle iniziative e dell’azione Politica.

In questo tempo, ho messo mano a varie cose che riporto brevemente elencandole, ma che potete leggere nella mia cartellina, valutarle e aiutarmi a migliorarle:

  1. questionario web/cartaceo per gli studenti universitari disabili;
  2. raccolta firme contro la legge che punisce la Bestemmia;
  3. mozione per Teheran;
  4. Legge Regionale sui Provvedimenti per i Comuni destinati al trasporto di persone con disabilità motoria tramite autoservizi pubblici non di linea, che attraverso varie e-mail con Stefano Silvio Rosa sto cercando di capire chi può darci un aiuto e un parere prettamente tecnico;  

N. B. Tutti questi testi li ho inviati per e-mail a Bassanelli, perciò se vogliamo migliorarli accendete il computer nell’ altra sala, sperando sempre che la stampante funzioni.

 Marco Gentili.

Navigazione articolo